lunedì 29 novembre 2010

Dieci smartphone sicuri per l'home banking. E i prezzi vanno da...


L’iPhone ha spianato la strada. Ora il mercato si popola di smartphone più o meno evoluti. Alcuni, con caratteristiche aldilà di ogni aspettativa, che diventano veri micro computer. E permettono di avere a portata di tasca e-mail, musica e film, ma anche libri in formato digitale, navigatori satellitari, mappe della metropolitana delle più grandi città europee. E sono anche personalizzabili grazie alle application scaricabili, a volte gratis e a volte a pagamento (ma con costi che di solito non superano i 3, 4 euro), direttamente sul display. Che consentono ad esempio, di creare filmati video e modificare fotografie, accedere a Facebook, Twitter e compagnia bella, comprare il biglietto del treno ancora prima di arrivare in stazione e accedere al proprio account privato di home banking, per verificare il saldo e la lista dei movimenti effettuati da conto corrente, disporre operazioni di pagamento e di ricarica.

Per avere questi gioielli della tecnologia servono in media almeno 500, 600 euro, anche di più. Ma per chi non se lo può permettere, ci sono anche smartphone ‘low cost’, che costano in media sui 200 euro. Magari con qualche applicazione divertente in meno, ma comunque con internet sempre a portata di clic. Of- Osservatorio finanziario ha cercato, tra gli ultimi modelli e quelli più famosi, gli smartphone low price sicuri per navigare anche nel proprio home banking.
Quali scegliere? E cosa hanno in meno rispetto ai super costosi simil iPhone?


...LEGGI QUI

Nessun commento: