lunedì 29 novembre 2010

Dieci smartphone sicuri per l'home banking. E i prezzi vanno da...


L’iPhone ha spianato la strada. Ora il mercato si popola di smartphone più o meno evoluti. Alcuni, con caratteristiche aldilà di ogni aspettativa, che diventano veri micro computer. E permettono di avere a portata di tasca e-mail, musica e film, ma anche libri in formato digitale, navigatori satellitari, mappe della metropolitana delle più grandi città europee. E sono anche personalizzabili grazie alle application scaricabili, a volte gratis e a volte a pagamento (ma con costi che di solito non superano i 3, 4 euro), direttamente sul display. Che consentono ad esempio, di creare filmati video e modificare fotografie, accedere a Facebook, Twitter e compagnia bella, comprare il biglietto del treno ancora prima di arrivare in stazione e accedere al proprio account privato di home banking, per verificare il saldo e la lista dei movimenti effettuati da conto corrente, disporre operazioni di pagamento e di ricarica.

Per avere questi gioielli della tecnologia servono in media almeno 500, 600 euro, anche di più. Ma per chi non se lo può permettere, ci sono anche smartphone ‘low cost’, che costano in media sui 200 euro. Magari con qualche applicazione divertente in meno, ma comunque con internet sempre a portata di clic. Of- Osservatorio finanziario ha cercato, tra gli ultimi modelli e quelli più famosi, gli smartphone low price sicuri per navigare anche nel proprio home banking.
Quali scegliere? E cosa hanno in meno rispetto ai super costosi simil iPhone?


...LEGGI QUI

venerdì 26 novembre 2010

Il ‘venerdì nero’ costa tutto meno. Ma solo online

Notizia dell’ultimo minuto! Affrettativi, negli shop online oggi acquistare è ancora più conveniente del solito. Merito del Black Friday, il cosiddetto venerdì nero degli americani. Di cosa si tratta? Secondo la tradizione a stelle e strisce, il primo venerdì dopo il Giorno del Ringraziamento segna il debutto ufficiale della stagione di shopping natalizio. E per festeggiare l’inizio delle festività negozi e catene commerciali made in USA propongono sconti e promozioni ad hoc, valide solo per questo giorno. Quest’anno il Black Friday arriva anche in Italia, ma solo su internet. Navigando negli shop online infatti, ho scoperto molte offerte interessanti, sconti extra e promozioni su spese di spedizione.


A partire da Apple, la casa americana che permette di acquistare i propri device a prezzo scontato, anche nei 4 AppStore online italiani. Ovviamente solo per oggi. Così, tutte le spese di spedizione sono a zero, mentre l’iPad, passa da 499 euro a 458 euro, per un risparmio di 41 euro. Se si sceglie invece un iMac si può beneficiare di uno sconto di 101 euro, spendendo in totale 1.098 euro anziché i 1.199 previsti dal catalogo. Se state pensando di acquistare un MacBook Pro, avrete la possibilità di farvelo recapitare a casa al prezzo totale di 1.048 euro, invece di 1.149. Mentre per un iPod Nano di ultima generazione si possono risparmiare 21 euro, per una spesa totale di158 euro.
E oltre ai device, la Apple sconta anche accessori per iPad e iPhone, ma anche software. Per acquistare ad esempio il nuovo Adobe Photoshop Elements 9 con prezzo base a partire da 84 euro, scontato di 16 euro, oppure tutto il pacchetto Microsoft Office 2011 Home and Student, contenente 3 licenze,con prezzo a partire da 124 euro, a 16 euro in meno.



Su E.price.it, il negozio virtuale di elettronica che vende lavatrici, elettrodomestici, ma anche PC, telefoni e videogiochi, si possono iniziare a comprare i regali di Natale con spese di spedizione azzerate per ordini superiori a 19,90 euro. Ma solo fino alle 22 di oggi.

Mentre SaldiPrivati.it, il club di vendite evento di grandi firme super scontate e solo per soci, azzera i costi necessari alla spedizione, pari a 8 euro, fino alle 19 di oggi. Meglio affrettarsi, anche perché ho visto online campagne molto interessanti. Ad esempio, è possibile acquistare per mogli o fidanzate un bracciale in acciaio color argento con diamanti incastonati griffato Calvin Klein al costo complessivo di 74 euro, invece di 150. Oppure una macchina da caffè firmata Guzzini con sistema Lavazza “A Modo Mio” al prezzo di 139 euro anziché 170.

giovedì 18 novembre 2010

Parigi low cost

Cosa si fa a capodanno? Questa è la domanda-tormentone che tiene banco in tutte le discussioni del mio gruppo di amici da almeno un paio di settimane. Perché anche se manca ancora un bel po’, l’idea di prenotare le vacanze le fa sentire forse un po’ più vicine. Quest’anno però mettersi d’accordo è stato (se possibile!) più difficile del solito. Ogni anno organizziamo (cioè: organizzo!) una settimana bianca in qualche località di montagna non troppo lontana, così i malaugurati amici che lavorano fino al 31 dicembre (sera) possono raggiungerci agevolmente per cena. Quest’anno però le cose non andate lisce. Prenotare con una agenzia era fuori discussione: prezzi troppo alti e appartamenti concessi per minimo una settimana...ma non tutti hanno una settimana di ferie! Affidarsi ai privati: troppo complicato e soprattutto rischioso. Così ho iniziato a navigare su un sito scoperto da poco e quasi per caso: Booking.com, che è una sorta di motore di ricerca di hotel con prezzi in offerta speciale e costi ridotti, per tutte le destinazioni possibili e immaginabili. Per vedere come funzionava, ho inserito il nome di alcune località che mi interessavano. Così, tanto per divertimento! E ho scoperto che è un portale fatto davvero bene! In pratica si inserisce il nome della città e il motore di ricerca seleziona in automatico un elenco di alberghi, bed&breakfast, ostelli. Per ognuno è riportata disponibilità, descrizione, posizione e elenco dei luoghi di interesse nelle vicinanze.
C’è anche l’indicazione dei mezzi di trasporto più vicini, con specificati i tempi di percorrenza per raggiungere le zone turistiche principali. Volendo si può anche affinare la ricerca inserendo altre variabili. Per esempio, si possono selezionare i km di distanza dal centro città, scegliendo quindi di visualizzare solo hotel in pieno centro storico, oppure anche alberghi in posizioni più marginali e periferiche, in un raggio massimo ampio 20 km. Si può selezionare la tipologia di hotel in base al numero delle stelle, alla tipologia dei servizi offerti, al quartiere di ubicazione. Oppure, si può scegliere di ordinare i risultati sulla base del prezzo e dei voti degli utenti. In particolare quest’ultima funzione ho scoperto essere molto utile. In pratica, gli utenti che prenotano da questo sito sono invitati a lasciare i loro feedback sulla sistemazione, indicando anche un voto quantitativo sulla struttura (pulizia delle camere, colazione, ecc) ma anche sulla comodità e sulla vicinanza alle zone di interesse della città. Ogni utente votante, inoltre, viene inserito in una categoria specifica come ad esempio “giovani coppie”, “famiglie con bambini piccoli”, “gruppi”. In questo modo si possono, a scelta, visualizzare solo i commenti della categoria a cui si appartiene.


Conoscendo la difficoltà di adattamento dei miei amici, ho selezionato la categoria “famiglie con bambini piccoli”, ho ordinato i risultati in base al prezzo (il più basso!) e ho iniziato a spulciare le varie offerte di hotel a Paris (mia libera scelta...ma d’altronde è da una vita che sogno di andarci!). E sono rimasta davvero sorpresa del risultato! Mi sono apparse tantissime corrispondenze interessanti, a prezzi convenienti e situate vicino al centro città. Cosa che non pensavo fosse possibile! Alla fine ho optato per un hotel “Garden Saint Martin” vicino al Centre Pompidou, ben servito dai mezzi pubblici e sulla linea della metropolitana.
La votazione degli utenti, “6.5 Carino”, sembrava trovare corrispondenza nelle numerose immagini della gallery, mentre il prezzo proposto era davvero conveniente: 204 euro per camera doppia per 3 notti. Che vogliono dire a testa 102 euro per tutta la vacanza, cioè non più di 34 euro a notte. Inoltre, ho scoperto che la particolarità delle offerte di questo portale è data dal fatto che per tutte (o quasi) le soluzioni proposte è attiva l’opzione “cancellazione gratuita” a costo zero. Cioè si può prenotare la propria camera e disdirla in qualsiasi momento senza penali e spese aggiuntive! Anche 2 giorni prima di partire.


A questo punto mancava il volo. Ovviamente ho deciso di puntare sul low cost e sono andata (per la prima volta) sul sito Ryanair.com. Ho selezionato aeroporto di partenza e destinazione, data e fascia oraria preferita (che ho personalizzato in modo da ottimizzare il più possibile i tempi di permanenza) e ho escluso tutti gli optional possibili per ridurre il prezzo. Quindi niente bagaglio da imbarcare ma solo bagaglio a mano (30 euro in meno a testa) e check-in online. Il prezzo totale del volo è pari a 230 euro a testa, mentre il costo finito della vacanza, di 4 giorni a Parigi per l’ultimo dell’anno, è di 332 euro. Non male!

Ho provato a proporre ai miei amici i risultati della mia ricerca e ne sono stati a dir poco entusiasti. Così ho ricaricato la mia prepagata e ho prenotato immediatamente il volo, che si alza di prezzo di giorno in giorno. Per fortuna la mia ricaricabile è agganciata al circuito MasterCard di pagamento, così non ho dovuto nemmeno pagare la sovrattassa di 10 euro applicata dal sito Ryanair a gli acquisti disposti con altri circuiti di pagamento. Mentre l’hotel lo pagheremo in loco.
Paris....arrivo!!