lunedì 26 luglio 2010

Lo shopping, una moda contagiosa

Dopo aver contagiato tutta o quasi la mia famiglia (mio papà non sembra volersi arrendere), è arrivato il turno delle mie amiche. Una sera, infatti, le ho invitate a casa mia per cena, e nonostante avessi “preparato” loro una buonissima pizza da asporto, sembra che il piatto forte della serata sia stato lo shopping.

Tra un boccone di pizza e l’altro, infatti, ci siamo collegate a Privalia.it, e la nostra attenzione è stata immediatamente catturata da uno dei temporary shop online firmato Fondotinta. L’oggetto del desiderio in questione erano alcune magliette colorate: costo medio 15,90 euro ciascuna (anziché 49,50 euro). Fin qui nessun problema. L’unico ostacolo era rappresentato dalle spese di spedizione, considerate dalle mie 3 amiche, decisamente troppo elevate. Servono infatti 9 euro per vedersi recapitare la merce direttamente a casa, sia che si faccia un solo acquisto sia che si decida di acquistare qualche capo in più. Ovviamente se si “svuota” letteralmente il negozio la spesa sale: il prezzo finale dipende dal peso, dal volume e dal valore del pacco. Ma solo se si compra all’interno dello stesso “negozio virtuale”. Perché se si acquistano, in una stessa sera, oggetti diversi di diverse marche, appartenenti a temporary shop differenti (anche se sullo stesso sito web) si deve corrispondere la somma in questione per ogni negozio da cui si compra. Da qui l’idea di acquistare tutte una maglietta e dividere per 4 le spese necessarie per il trasporto, in modo da ammortizzare il costo totale da sostenere. Più facile a dirsi che a farsi: abbiamo impiegato circa due ore per scegliere l’articolo giusto, spulciando uno per volta tutti gli oggetti a catalogo. E a 11.50, appena prima che chiudesse il negozio (cosa che capita anche nella realtà peraltro) finalmente ci siamo decise: ognuna di noi (me compresa ovviamente), ha selezionato la sua maglietta. Costo totale effettivo (compreso il trasporto): 18 euro.

Anche mia sorella si è data da fare, e ha contagiato buona parte delle sue colleghe. Anche per loro il dubbio era rappresentato dalle spese di spedizione. Ok, si risparmia comunque il 50-70% sul prezzo di vendita, ma spendere 7 o 9 euro per farsi recapitare a casa il pacco sembrava troppo anche a loro. Così, alle 8:25 di una mattina lavorativa, nel momento di pausa prima di iniziare a lavorare, si sono collegate a Saldiprivati.it, altro sito di e-commerce che vende oggetti firmati con sconti fino al 70%, dove erano in vendita gioielli e orologi firmati Guess. Una collega di mia sorella, che doveva acquistare un regalo per il compleanno della figlia, ha optato per un bracciale in acciaio con logo (al prezzo di 39 euro), un’altra, invece è rimasta folgorata da un bracciale multiplo color oro (da 29 euro). Dividendo a metà le commissioni di invio del pacco (pari a 7 euro per Saldiprivati.it) il costo totale effettivamente sostenuto è stato di 42,5 euro per il bracciale in acciaio e 32,5 euro per il bracciale multiplo.

lunedì 19 luglio 2010

Lo shopping online è una cosa “di famiglia”

Ogni famiglia ha le sue tradizioni. C’è quella che vede la colazione come un rituale sacro da svolgere tutti insieme. O ancora, quella che considera il pasto di prima mattina come un momento per scambiarsi opinioni in vista dell’imminente giornata lavorativa.

La mia invece, durante la colazione, fa shopping. Può suonare strano, ma a casa mia oltre a caffèlatte e biscotti, si apparecchia la tavola con un personal computer. Si perché la mattina è il momento ideale per connettersi ai vari siti di e-commerce a cui siamo iscritti, e avere accesso alle nuove vendite online della giornata prima che arrivi la ressa dei “compratori-da-ufficio”. Le vendite, infatti, iniziano alle 7 di mattina, continuano fino a mezzanotte e durano al massimo 3 o 4 giorni, e per sperare di trovare ancora qualcosa (e soprattutto: per sperare di trovare le taglie giuste) è meglio connettersi non appena il negozio apre. È un po’ come se fossimo in coda alle 9 della prima mattina di saldi davanti a una saracinesca ancora abbassata, aspettando pazientemente che il negozio apra. Con la differenza che possiamo stare comodante in pigiama, seduti al tavolo della nostra cucina, sgranocchiando qualcosa.

Inoltre, dopo la prima volta, fare acquisti su questi siti web è ancora più facile. Sia Privalia.it che VentePrivee.com, siti web di e-commerce che vendono prodotti firmati a prezzi scontatissimi (fino al 70%), infatti, memorizzano i dati relativi a domicilio, indirizzo, numero di telefono nella sezione dedicata all’account personale. In modo da non doverli inserire ogni volta. Così fare acquisti diventa più veloce e più semplice: vanno indicati solamente i codici di carta di credito e il prodotto prescelto arriva direttamente a casa entro 2 o 3 settimane.

Intorno al tavolo (oltre a me) ci sono ovviamente anche mamma e sorella, armate di mouse e brioche, mentre mio papà, che ancora fatica ad accettare il nostro concetto di “risparmiare comprando”, opta per un caffé in solitudine.

Tanti gli acquisti che abbiamo fatto in queste colazioni a base di shopping. Ci sono, ad esempio, un paio di sandali in vernice bianca Lottasse per mia sorella (al prezzo di 79 euro invece che 178 euro) su Privalia.it, un paio di jeans per me di Meltin’Pot (al prezzo di 29 euro invece che 119 euro) su VentePrivee.com, un aspirapolvere (per mia mamma!) firmato Hoover a traino con sacco ultimo modello, silenzioso ed eco-compatibile (a 189 euro anziché 270) sempre su Privalia.it.