martedì 29 giugno 2010

Cicala o formica? Quando alla banca piace la favola di Esopo e La Fontaine


La famosa favola di Esopo ripresa da La Fontaine recita così: c'era la formica che trascorreva il tempo d'estate a immagazzinare cibo per l'inverno e c'era la formica che al contrario lo trascorreva a cantare. Poi venne l'inverno, e mentre la formica poteva rifocillarsi, la cicala moriva di fame. Questa favola sembra piacere molto a due banche. Banco Popolare, ad esempio, la usa per lanciare una nuova prepagata ancora tutta da scoprire e lo fa attraverso un concorso su facebook. UBI Banca, invece, utilizza il personaggio "perdente", la cicala, per promuovere un prodotto di risparmio, il piano di accumulo finanziario o Paf di UBI Pramerica. Vediamo come.

Cicala, cioè spendacciona, o formica, parsimoniosa risparmiatrice? Per Banco Popolare non c’è alcun dubbio: sono una cicala. Come ho fatto a scoprirlo? Grazie a un test pubblicato su facebook e promosso proprio da Banco Popolare. In pratica funziona così: si accede alla pagina ufficiale dell’istituto di credito, si scarica l’applicazione (che si chiama proprio “sei più cicala o formica?”), e si esegue il test su facebook (attenzione: bisogna dare autorizzazione all'uso dei propri dati personali). Il test, l'abbiamo fatto, è semplice perfino banale e si svolge in pochi secondi e serve ad individuare la propensione all’acquisto di chi lo fa (se ottieni una certa somma cosa fai te ne vai alle Maldive o risparmi?). Una volta ottenuto il risultato dalla pagina del social network è possibile invitare altri amici a provare il test, semplicemente inviando una mail di invito da un format pre-impostato. E più gente si invita, più punti si ottengono per partecipare all’estrazione finale di 10 Social Phone Motorola Dext con Motoblur.

Il concorso, attivo esclusivamente sulle pagine del famoso social network, è richiamato però anche nella homepage del sito istituzionale della banca, mentre un link porta immediatamente alla pagina dedicata all’evento pubblicato su facebook.

E per partecipare al concorso non serve essere titolari di un conto corrente o clienti dell’istituto di credito. Per adesso ci sono oltre 1200 iscritti. Una volta che il test è effettuato e si è ritenuti formiche o cicale, questa informazione si può anche pubblicare nel proprio profilo personale comunicandolo così ad amici e fan.E' possibile partire anche dal portale ad hoc www.formicaocicala.it.
Lo scopo dell’iniziativa? Pubblicizzare la nascita imminente (a quanto pare) di una nuova carta prepagata evoluta, cioè in versione sostituisci-conto, la prima emessa da Banco Popolare. Anche se, per il momento, non è dato sapere quando uscirà.

Al via dal 5 giugno la nuova campagna a stampa, con cartelloni pubblicitari e vetrofanie in filiale di UBI Banca per pubblicizzare il nuovo programma di investimento in fondi comuni di UBI Pramerica. L’headline creata ad hoc recita: “diventa una cicala che canta anche d’inverno”. Ecco qundi tornare il rimando alla favola, ma rovesciando il tema. Anche se si è cicale è possibile mettere qualcosa da parte. Il Programma di Accumulazione Finanziaria (PAF), permette l’accantonamento regolare del capitale che si desidera investire nei fondi UBI Pramerica, tramite versamenti periodici regolari, secondo i tempi e gli importi preferiti. Inoltre, a scelta anche la versione di PAF Dinamico, che permette di equilibrare l'esposizione azionaria dell'investimento in funzione dell'andamento dei mercati.

Nessun commento: