giovedì 25 febbraio 2010

Ubi banca e la community dei "figli dei fiori" alla ricerca della banca ideale



Banca ideale? Una campagna pubblicitaria per trovare il testimonial della prossima campagna pubblicitaria dal sapore new age che rimanda ai figli dei fiori per parlare di libertà, si propone di attirare giovani tra i 18 e 24 anni che abbiano voglia di dire la loro su questo delicato tema.

Per attirare questi nuovi clienti del prossimo futuro, UBI Banca ha pensato a un evento online che ha come punto di forza un concorso a premi (fin qui niente di nuovo) e come corollario un sito pubblicizzato con una pagina anche su facebook (vedi immagine a fianco) che è sviluppato come una community: ci sono gli avatar o fotine degli iscritti e ci sono i commenti (per adesso fittizzi tipo "la mia banca ideale deve essere attenta alle esigenze del cliente...").

C'è una presentazione fatta dal testimonial che si presenta come "figlio dei fiori" perché è nato nel 1980, ovvero è effettivamente figlio di persone che dovrebbero aver fatto parte della Beet generation. Per rimandare anche visivamente a quei tempi il "figlio dei fiori" che oggi, anche se ha i capelli lunghi e un abbigliamento che sembra preso dai vecchi vestiti di papà nel 68, lavora in banca e invita chiunque ad iscriversi dando nome cognome e mail, si presenta con un filmato che appare dento lo schermo di un vecchio televisore in bianco e nero. Ah che nostalgia!

L'idea è buona, la gestione vedremo, cosa ne uscirà non si sa. Per tutti il punto di partenza è www.libertadibanca.com

Nessun commento: