martedì 24 marzo 2009

I primi dieci anni delle nuove banche


1999-2009, 10 anni. Una data importante per numerose realtà bancarie e non solo online. C'è We@bank, che la festeggia con un concorso (Webank You King - leggi qui), c'è IWBank, che lo vive in una delicata fase di passaggio - dopo la decisione dello scioglimento dei patti parasociali con UBI Banca che ha deciso di integrarla con TWICE SIM - e c'è Banca Etica, che festeggia l'evento sabato 28 marzo con un convegno a Milano e il prossimo 1 aprile con una lezione presso l'Università La Sapienza, a Roma. Bella la pre-page che annuncia il compleanno della Banca che "finanzia chi vuole costruire un mondo migliore", interessante l'editoriale di Sabina Siniscalchi della Fondazione Culturale Responsabilità Etica, che ricorda l'appuntamento G20 del prossimo 2 aprile a Londra, quando dovranno essere prese numerose decisioni vitali per ridare rilancio all'economia mondiale.

Apprendo così che "Banca Etica, attraverso la sua Fondazione Culturale, ha preso parte alla consultazione della società civile, focalizzando il proprio contributo sulla regolamentazione della finanza. Secondo quanto afferma la Commissione, il confronto su questo aspetto ha lo scopo di “capire come riportare la finanza alla sua funzione originaria per sostenere l’economia reale e gestire in rischi in modo più equo; come modificare i sistemi e le strutture di regolazione verso meno speculazione e maggiore stabilità, come sostenere con la finanza gli obiettivi dell’occupazione dignitosa e dell’economia verde”.
 Ottimo.


Peccato che il sito non presti ancora una particolare attenzione alla usabilità: scritto in corpo minuscolo, con menu coloratissimi, ad effetto arlecchino, oltre alle e-mail in chiaro, facili prede di spam o peggio sono ingenuità che una banca non dovrebbe permettersi. Per fortuna la trasparenza è salva, con fogli informativi aggiornati e completi. Servizio Home Banking a cura di INBank, sotto osservazione.

Nessun commento: