giovedì 5 febbraio 2009

Il conto in uno squillo

Il cellulare e la banca. Non solo quella online, ma anche e soprattutto quella online. Tralasciando per il momento iPhone - lo hanno "adottato" tutte le principali banche dirette a partire da Sella.it fino a CheBanca! - vorrei parlarvi oggi di un'altra tecnologia: quella che consente di rendere sicura una transazione - pagamento, bonifico, ricarica - con un trillo. Si chiama Securecall, la tecnologia, è di Telecom Italia e la prima - e unica - banca ad averla adottata è per adesso Cariparma del Gruppo francese Crédit Agricole. E poi vorrei parlarvi anche di SimplySMS-Balance che è un software che mette in comunicazione diretta un computer con cellulare di qualsiasi tipo: basta anche qui un trillo e si riceve via Sms il saldo del conto corrente. Vediamo come.

Il cliente Cariparma effettua un bonifico collegandosi al suo servizio home banking via web: invece di inserire una serie di numeri casuali pescati da una card consegnata dalla banca al momento della stipula del contratto oppure una password numerica creata da un aggeggino che si chiama token in termine tecnico o con nomi di fantasia ideati dal marketing della banca, tipo UniCredit Pass oppure @pritisella.it - necessaria dal prossimo 28 febbraio per tutti i clienti anche del conto websella.it - o ancora GeCo, cioè generatore di codici di altre banche tra cui Popolare di Vicenza, Popolare Pugliese e Banca delle Marche, basta chiamare un numero verde che compare a schermo e si riceve via sms un codice dispositivo, cioè una password usa-e-getta.

Il Cliente invece di ben 20 Banche di Credito Cooperativo che usano la piattaforma di home banking che si chiama SimplyBank (anche OF ne analizza una vedi il HomeBanking@Confronto) che desidera conoscere il saldo del suo conto mentre è in viaggio usando il suo cellualre, non deve far altro che chiamare un numero e mettere giù, basta un trillo. Il sistema rileva la chiamata che parte da un numero autorizzato collegato a un numero di conto o a più conti e invia un messaggino con i dati richiesti.

A noi di Of queste novità piacciono molto e saranno oggetto di esame per dare un nuovo punteggio a servizi che privilegiano la mobilità effettiva di un servizio e-banking.

Nessun commento: